Troppa attività fisica può danneggiare l'intestino?

Troppa attività fisica può danneggiare l'intestino?

10/27/2021 - 11:35

No. L'attività fisica per un paziente affetto da malattia infiammatoria cronica intestinale (MICI) non è mai sbagliata. Certo, occorre che nell'avvicinarci a un nuovo sport sia il medico a darci qualche indicazione in termini di tempi e modi in funzione della nostra condizione clinica. In particolare il medico si soffermerà su:

- fase di malattia: una MICI in attività può richiedere attenzioni diverse rispetto alla remissione;

- interventi chirurgici: i pazienti che ne hanno subito uno di recente potrebbero dover considerare qualche piccola restrizione. Ad esempio, un intervento all'intestino altera temporaneamente la struttura muscolare addominale e pertanto occorrerà evitare temporaneamente alcuni sforzi;

- i pazienti colostomizzati possono necessitare di attenzioni maggiori, specie in termini di idratazione durante l'attività fisica;

- le condizioni di salute generale e la presenza di sindromi da malassorbimento intestinale vanno valutate attentamente.

 

I benefici dello sport nelle malattie infiammatorie

Al netto delle condizioni specifiche di ciascuno, resta universalmente accettato che fare attività fisica è benefico per tutti e a maggior ragione per i pazienti con malattia di Crohn o rettocolite ulcerosa. Diversi studi hanno dimostrato l'impatto positivo dello sport sulla salute generale dei pazienti con MICI, mediato anche dal beneficio psicologico in termini di miglioramento del tono dell'umore. Non solo, però: l’attività fisica sembra essere associata a una diminuzione del rischio di riattivazione di malattia in fase di remissione e a una riduzione della sintomatologia in fase di attività. Ciò sembra essere legato al fatto che fare movimento e sport stimola la produzione di sostanze capaci di controllare l'infiammazione sistemica che sostiene le MICI migliorando il funzionamento del sistema immunitario. Infine è stato dimostrato come l'attività fisica costante, commisurata alle proprie capacità, riduce la percezione di stanchezza tipica dei pazienti con MICI e il senso di debolezza muscolare.

 

Occhio alle articolazioni

Va poi tenuto a mente anche un ulteriore aspetto: molti pazienti affetti da malattia di Crohn o da rettocolite ulcerosa possono soffrire anche di disturbi articolari. L'infiammazione alla base delle due malattie può infatti dar luogo a dolore e rigidità alle articolazioni che possono spingere il paziente a ridurre l'attività motoria. Quanto di più sbagliato: il movimento è infatti importante per contenere questi disturbi. In questo senso è sempre importante ricordare l'importanza per i pazienti di affidarsi a un team multidisciplinare che comprenda gastroenterologi e reumatologi affiancati eventualmente da fisiatri o nutrizionisti.

 

Sport e terapie farmacologiche: binomio vincente

Quanto alla scelta dell' attività fisica da svolgere, non ci sono sport preclusi ai pazienti con malattia di Crohn o rettocolite ulcerosa. Qualsiasi attività sportiva, preceduta da adeguato riscaldamento e inserita in un programma personalizzato che abbini il movimento alla terapia farmacologica e all’alimentazione, può dare ottimi risultati e regalare piacere e serenità.

 

 

 

Fonti

Bilski J et al, "The impact of physical activity and nutrition on inflammatory bowel disease: the potential role of cross talk between adipose tissue and skeletal muscle". J Physiol Pharmacol. 2013 Apr;64(2):143-55. PMID: 23756389.

Crumbock SC et al, "Physical activity, stress, disease activity, and quality of life in adults with Crohn disease". Gastroenterol Nurs. 2009 May-Jun;32(3):188-95. doi: 10.1097/SGA.0b013e3181a85d4b. PMID: 19506435.

Engels M et al, "Exercise in patients with inflammatory bowel diseases: current perspectives". Clin Exp Gastroenterol. 2017 Dec 22;11:1-11. doi: 10.2147/CEG.S120816. PMID: 29317842; PMCID: PMC5743119.

Fitness and Sports, Crohn's and Colitis Foundation, https://www.crohnscolitisfoundation.org/justlikeme/living-with-crohns-an...

Jones PD et al, "Exercise decreases risk of future active disease in patients with inflammatory bowel disease in remission". Inflamm Bowel Dis. 2015 May;21(5):1063-71. doi: 10.1097/MIB.0000000000000333. PMID: 25723616; PMCID: PMC4402239.

Mählmann L et al, "Psychological wellbeing and physical activity in children and adolescents with inflammatory bowel disease compared to healthy controls". BMC Gastroenterol. 2017 Dec 12;17(1):160. doi: 10.1186/s12876-017-0721-7. PMID: 29233119; PMCID: PMC5727963.

Narula N, Fedorak RN, "Exercise and inflammatory bowel disease". Can J Gastroenterol. 2008 May;22(5):497-504. doi: 10.1155/2008/785953. PMID: 18478136; PMCID: PMC2660805.

Pérez CA, "Prescription of physical exercise in Crohn's disease". J Crohns Colitis. 2009 Dec;3(4):225-31. doi: 10.1016/j.crohns.2009.08.006. Epub 2009 Oct 12. PMID: 21172280.

Sport e IBD, un vantaggio o un problema?, Micro Onlus, https://www.microibd.it/ibd-mici/196-sport-e-ibd-un-vantaggio-o-un-probl...