Sospetta IBD: cosa fare?

Sospetta IBD: cosa fare?

11/15/2020 - 12:11

Come per tutte le patologie, anche nelle malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI) esistono segni e sintomi tipici. Alcuni di questi possono indurre un medico di medicina generale o un gastroenterologo, posto di fronte a un paziente che li presenta, a sospettare una malattia di Crohn o una rettocolite ulcerosa. Come ben noto, i sintomi più tipici di entrambe le patologie sono:

- dolori addominali;
- diarrea (in alcuni casi con presenza di sangue);
- dimagrimento.

Si possono presentare anche altri sintomi secondari come:

- febbricola;
- stanchezza;
- dolori articolari.

I sintomi della malattia di Crohn e quelli della rettocolite ulcerosa

Va detto però che da un lato alcuni di questi sintomi non sono specifici di queste patologie, ma possono essere presenti anche in altre condizioni intestinali. Dall'altro, non sempre la rettocolite ulcerosa e, soprattutto, la malattia di Crohn presentano questa sintomatologia in modo chiaro. Per alcuni pazienti affetti da quest'ultima patologia i sintomi possono persino non essere presenti quasi per nulla, tanto che la diagnosi può arrivare in maniera casuale e del tutto inaspettata. Al contrario, nella rettocolite ulcerosa le scariche diarroiche sono sempre accompagnate da sangue, e ciò spinge inevitabilmente il paziente a recarsi spontaneamente dal medico o al pronto soccorso.

La visita gastroenterologica per sospetto di MICI

È in ogni caso importante che un paziente con uno o più di questi sintomi parli al medico di medicina generale che lo indirizzerà al gastroenterologo. Nella maggioranza dei casi episodi di diarrea o di dolore addominale sono transitori, legati magari a disbiosi oppure a una sindrome dell'intestino irritabile. Tuttavia quando questi sintomi dovessero perdurare, e magari affiancarsi a un dimagrimento importante, il medico potrà avanzare un sospetto di MICI.

Di fronte a un paziente con questa sintomatologia il gastroenterologo raccoglie prima di tutto l'anamnesi per poi passare alla palpazione dell'addome, utile a evidenziare:

- tensioni;
- segni di interessamento peritoneale;
- dolorabilità;
- un'eventuale presenza di masse che potrebbero essere riconducibili a stenosi già in atto in pazienti con malattia di Crohn.

Come si arriva alla diagnosi?

Successivamente il medico prescriverà una serie di accertamenti di laboratorio, cioè esami del sangue e delle feci. Tra questi, due valori sono utili a discriminare una MICI da una patologia non infiammatoria, come la sindrome dell'intestino irritabile: si tratta della proteina C reattiva (Pcr), rilevata nel sangue, e della calprotectina fecale, nelle feci. Dosaggi elevati di una o entrambe queste proteine possono portare a un fondato sospetto di MICI. In questi casi è sempre necessaria la colonscopia che, grazie a un esame visivo della mucosa del colon e dell'ultima parte dell'intestino tenue, consente di confermare la presenza di una delle due malattie. La diagnosi definitiva, però, è posta solo dopo l'esame istologico (biopsia) condotto asportando piccolissimi frammenti di mucosa intestinale nel corso della colonscopia.

 

Fonti

Ardizzone S et al., "Extraintestinal manifestations of inflammatory bowel disease", Digestive and Liver Disease, Volume 40, Supplement 2, July 2008, https://doi.org/10.1016/S1590-8658(08)60534-4

Ascari E, Bassi F, Malattie infiammatorie croniche intestinali: manifestazioni extraintmestinali, http://biblioteca.asmn.re.it/allegati/2.manifestazioni%20extraintestinal...

Colonscopia, Airc, https://www.airc.it/cancro/affronta-la-malattia/guida-agli-esami/colonsc...

Danese S, "Come distinguere la colite ulcerosa dal morbo di Crohn", Assedio Bianco, https://www.youtube.com/watch?v=o5m7GkLdBCk

Hedin CRH et al., "The Pathogenesis of Extraintestinal Manifestations: Implications for IBD Research, Diagnosis, and Therapy", Journal of Crohn's and Colitis, Volume 13, Issue 5, May 2019, Pages 541–554, https://doi.org/10.1093/ecco-jcc/jjy191

Kim JM et al., "Pathogenesis and clinical perspectives of extraintestinal manifestations in inflammatory bowel diseases", Intest Res. 2020 Apr 18. doi: 10.5217/ir.2019.00128

Pagnini C et al., "Elevated C-Reactive Protein in Asymptomatic Crohn's Disease Patients: Listen to the Sound of Silence", Inflammatory Bowel Diseases, Volume 23, Issue 3, 1 March 2017, Page E13, https://doi.org/10.1097/MIB.0000000000001030

Spiceland CM et al., "Endoscopy in inflammatory bowel disease: Role in diagnosis, management, and treatment", World J Gastroenterol. 2018 Sep 21;24(35):4014-4020. doi: 10.3748/wjg.v24.i35.4014.

Tontini GE et al., "Differential diagnosis in inflammatory bowel disease colitis: State of the art and future perspectives", World J Gastroenterol. 2015 Jan 7; 21(1): 21–46, Published online 2015 Jan 7. doi: 10.3748/wjg.v21.i1.21