Malattia di Crohn e colite ulcerosa, sempre più bambini ne soffrono

Malattia di Crohn e colite ulcerosa, sempre più bambini ne soffrono

06/20/2018 - 08:24

mici e bambiniSta aumentando negli ultimi anni l'incidenza in Italia delle malattie infiammatorie croniche intestinali nei bambini in età pediatrica, con una prevalenza della malattia di Crohn rispetto alla colite ulcerosa. Secondo un'analisi pubblicata dall'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, il 25% dei malati mostrano i sintomi dopo i 10 anni di vita, ma sono stati rilevati casi anche nella prima decade di vita. E non solo: analizzando i pazienti che soffrono di tali patologie, circa l'11% ha un familiare di primo grado che ne soffre.

Le MICI, patologie che colpiscono la mucosa intestinale infiammandola,  sono divise in tre patologie: il malattia di Crohn, che appunto prevale nei bambini, la colite ulcerosa e le malattie infiammatorie croniche intestinali non classificate.

La malattia di Crohn colpisce qualsiasi tratto del tubo digerente, dalla bocca all'ano. La colite ulcerosa riguarda esclusivamente il colon e si diffonde partendo dal retto, area che però, ricorda l'analisi dell'ospedale pediatrico, viene talvolta risparmiata nei bambini.

Le MICI non classificate riguardano invece le patologie che dalla diagnosi hanno in comune caratteristiche delle altre due, ma non è possibile individuare quale sia.

Chiaramente, la cura di queste malattie nei bambini richiede più attenzione nella somministrazione dei farmaci. In caso di casi gravi, al bambino verrà interrotta la nutrizione per permettere all’intestino di riposare, passando ad alimentarlo artificialmente attraverso la somministrazione endovenosa.

L'intervento chirurgico viene preso in considerazione sia per trattare le stenosi intestinali sia quando il giovane paziente è refrattario ai trattamenti con i farmaci. Va inoltre ricordato che poiché si tratta di trattamenti in età pediatrica, si affianca alla somministrazione di medicinali anche una terapia nutrizionale a base polimerica, scelta per le sue proprietà anti-infiammatorie.

Come negli adulti, le MICI hanno sintomi intestinali ed extraintestinali.

I primi sono diarrea acuta, cronica o recidivante con o senza sangue, dolori all'addome, sensazione di dover evacuare con dolori senza però poi una evacuazione, nausea e vomito. I sintomi extraintestinali sono anemia, febbre ricorrente, arresto o ritardo dello sviluppo e della crescita pondo-staturale.

A questi sintomi, ricorda il Bambin Gesù, si aggiungono altri come l'artrite, la spondilite anchilosante, artralgie e sacroileite e anche manifestazioni oculari e cutanee.

Anche sul fronte della diagnosi, la strada percorsa è quella utilizzata per gli adulti. Quando però si tratta di pazienti con meno di 2 anni, vengono effettuati test e indagini per esclude la presenza di coliti da immunodeficienza primaria o allergiche.

A cura di Paola Perrotta

Fonte

Ospedale Pediatrico Bambino Gesù. Malattie infiammatorie croniche intestinali http://www.ospedalebambinogesu.it/malattie-infiammatorie-croniche-intest...

Martinelli M, Strisciuglio C, Miele E. Novità in tema di malattie infiammatorie croniche intestinali del bambino. Prospettive in Pediatria 2016; 46 (184): 261-275