Malattia di Crohn: bruxismo e usura dentale più frequenti

Malattia di Crohn: bruxismo e usura dentale più frequenti

08/28/2018 - 09:01

bruxismo e miciC’è un collegamento tra il bruxismo del sonno, usura dentale e la malattia di Crohn.

Chi soffre di malattie infiammatorie intestinali dovrebbe comunque, più in generale, prestare attenzione ed effettuare controlli, perché queste patologie portano ad alterazioni dell’umore e il fattore psicologico incide sulla formazione di altre problematiche del cavo orale. È il risultato di uno studio italiano, nel corso del quale sono stati valutati 47 pazienti, esaminati in clinica odontoiatrica per problemi temporo-mandibolari o allo smalto dentale, bruxismo del sonno e stomatite aftosa ricorrente. I pazienti sono stati sottoposti, infine, anche ai questionari Pittsburgh Sleep Quality Index e Beck Depression Inventory Scale.

Secondo quanto emerso dallo studio, bruxismo e usura dello smalto sono frequenti nei pazienti che soffrono di malattia di Crohn più che in quelli colpiti da colite ulcerosa. La malattia di Crohn e la colite ulcerosa appartengono ad un gruppo di patologie definite malattie infiammatorie croniche intestinali chiamate MICI. I sintomi di queste patologie sono simili, sebbene i tratti dell’apparato gastrointestinale coinvolti siano differenti: la colite ulcerosa è tipicamente caratterizzata dal sangue nelle feci, mentre la malattia di Crohn da mal di pancia. Il decorso di entrambe è tipicamente cronico ricorrente, ossia caratterizzato dall’alternarsi di fasi di benessere e periodi di riacutizzazione. Il bruxismo consiste nell’attività involontaria di digrignare e serrare i denti e si verifica solitamente durante la notte nel sonno. Il bruxismo può essere generato o aggravato da situazioni di stress provocando a sua volta, un circolo vizioso di mancato sonno e quindi stanchezza e agitazione durante il giorno.

Nello studio, non sono state invece notate differenze nell’incidenza di altre problematiche di tipo odontoiatrico quali l’ipoplasia dello smalto, disturbi temporo-mandibolari, stomatite aftosa, depressione e qualità del sonno. Inoltre, medici hanno trovato una correlazione positiva tra bruxismo e disturbi temporo-mandibolari e tra bruxismo e patologie del sonno, a conferma di quanto incida il fattore psicologico.

Se si è affetti da malattie infiammatorie croniche intestinali è opportuno avere un rapporto di fiducia con il proprio dentista e tenere sotto controllo, per quanto possibile, lo stress migliorando la qualità della vita.

A cura di Paola Perrotta

Fonte

Bucci CAmato MZingone FCaggiano MIovino PCiacci C. Prevalence of Sleep Bruxism in IBD Patients and Its Correlation to Other Dental Disorders and Quality of Life. Gastroenterol Res Pract 2018 (7);1-5.
doi: 10.1155/2018/7274318. eCollection 2018.