Il microbiota intestinale ha un ruolo nell’evoluzione delle MICI?

Il microbiota intestinale ha un ruolo nell’evoluzione delle MICI?

05/26/2021 - 10:37

Il microbiota, ovvero la popolazione di batteri che colonizza fisiologicamente il nostro intestino, è dimostrato oramai avere un ruolo centrale nelle patologie intestinali e in particolare nelle malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI). Normalmente questi organismi vivono in eubiosi, ovvero secondo un bilancio armonico. Quando questo equilibrio si rompe si genera una disbiosi, possibile fattore di rischio nell'insorgenza e nell'evoluzione della malattia di Crohn e della rettocolite ulcerosa. Diversi studi hanno mostrato come la correlazione tra microbiota alterato e MICI sia particolarmente evidente nei bambini. Uno studio della Dalhousie University (Canada) ha esaminato ad esempio la composizione batterica intestinale di venti bambini affetti da malattia di Crohn e di altri venti sani dimostrando come i piccoli con la patologia mostrassero più frequentemente disbiosi.

 

Microbiota e sistema immunitario

Peraltro diverse ricerche hanno dimostrato che nei pazienti con malattie infiammatorie croniche intestinali esiste anche un'alterazione di alcuni geni correlati alle funzioni di riconoscimento ed eliminazione dei batteri. Queste modificazioni sono presenti anche in soggetti affetti da diverse malattie autoimmuni o autoinfiammatorie che colpiscono altri organi: ciò suggerisce che le disbiosi possano essere alla base di anomalie del sistema immunitario. Inoltre è stato dimostrato che nei soggetti con MICI è presente una reazione anomala dei linfociti T, cellule del sistema immunitario, nei confronti del microbiota stesso: un'ulteriore conferma di come l'infiammazione possa essere legata proprio al rapporto che si instaura tra immunità e batteri che vivono nell'intestino.

 

L'intestino "occidentale"

Da tempo è noto che il microbiota intestinale delle persone che vivono nei Paesi in via di sviluppo è costituito anche da componenti quali protozoi e parassiti pressoché assenti in Occidente. Secondo vari studiosi, per noi occidentali l'aver perso questi elementi potenzialmente patogeni sarebbe svantaggioso dal momento che potrebbero anch'essi avere un ruolo nel corretto funzionamento del sistema immunitario. Non è un caso, infatti, che nei Paesi sviluppati le malattie immunomediate, autoimmuni e le allergie sono molto più diffuse rispetto a quanto accade, ad esempio, nel continente africano.

 

Norme nutrizionali e probiotici

Date queste premesse è ipotizzabile che una sempre maggiore conoscenza della relazione tra microbiota, intestino e sistema immunitario possa portare alla formulazione di precise indicazioni alimentari nel trattamento dei pazienti con malattia di Crohn o rettocolite ulcerosa. Ricercatori dell'Università di Groningen (Paesi Bassi) lo hanno chiarito confrontando le abitudini alimentari e la popolazione batterica intestinale di adulti sani e affetti da MICI: dalla loro indagine sono emersi infatti minori livelli infiammatori nei soggetti che seguivano la dieta mediterranea così come diete ipocaloriche a basso contenuto di proteine. È inoltre ormai evidente che un eccesso di emulsificanti, conservanti e additivi presenti nei prodotti industriali può danneggiare la parete intestinale e agevolare una crescita fuori controllo di batteri potenzialmente pericolosi. L'alimentazione è quindi un fattore sempre più centrale, nell'evoluzione delle MICI: benché non esistano cibi tassativamente da eliminare, un'alimentazione equilibrata è decisiva. Scegliamo quindi frutta e verdura, evitandone eccessi in fase di attività di malattia, e riduciamo grassi e zuccheri. Anche i probiotici, solo secondo indicazione medica, possono essere d'aiuto in attesa che la ricerca giunga a dimostrare quali ceppi batterici sono i più indicati per ciascun paziente in base alle sue specifiche condizioni intestinali.

 

 

 

Fonti

Brusaferro A et al, "Gut dysbiosis and paediatric Crohn's disease". J Infect. 2019 Jan;78(1):1-7. doi: 10.1016/j.jinf.2018.10.005. Epub 2018 Oct 16. PMID: 30336176.

Collij V et al, "Gut microbiota in inflammatory bowel diseases: moving from basic science to clinical applications". Hum Genet (2020). doi: 10.1007/s00439-020-02218-3

Han MK et al, "Examination of food consumption in United States adults and the prevalence of inflammatory bowel disease using National Health Interview Survey 2015". PlosOne, 2020, 15(4): e0232157. doi: 10.1371/journal.pone.0232157

Khan I et al, "Alteration of Gut Microbiota in Inflammatory Bowel Disease (IBD): Cause or Consequence? IBD Treatment Targeting the Gut Microbiome". Pathogens. 2019;8(3):126. Published 2019 Aug 13. doi:10.3390/pathogens8030126

Kolodziejczyk AA et al, "Diet–microbiota interactions and personalized nutrition". Nat Rev Microbiol 17, 742–753 (2019). doi: 10.1038/s41579-019-0256-8

"La dieta mediterranea rende più «sano» il microbiota intestinale", Fondazione Veronesi Magazine, https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/articoli/alimentazione/la-die...

Larkin M, "Malattie infiammatorie intestinali. Forte legame con l’industrializzazione", Quotidiano Sanità, https://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_...

Malattie infiammatorie croniche intestinali ed alimentazione, Amici Onlus, https://amiciitalia.eu/sites/default/files/Alimentazione%20De%20Nitto%20...

Mentella MC et al, "IBD and Gut Microbiota: A Review". Nutrients. 2020 Mar 29;12(4):944. doi: 10.3390/nu12040944. PMID: 32235316; PMCID: PMC7230231.

Microbiota, malattie infiammatorie croniche dell’intestino e cancro del colon, Fondazione Cesare Serono, https://www.fondazioneserono.org/stili-di-vita/microbiota/microbi-microb...

"Microbiota revolution, importanza del microbiota nelle malattie infiammatorie croniche intestinali e non solo", PharmaStar, https://www.pharmastar.it/news/gastro/microbiota-revolution-importanza-d...

Singh, RK et al, "Influence of diet on the gut microbiome and implications for human health". J Transl Med 15, 73 (2017). https://doi.org/10.1186/s12967-017-1175-y

Zuo T, Ng SC, "The Gut Microbiota in the Pathogenesis and Therapeutics of Inflammatory Bowel Disease". Front Microbiol. 2018;9:2247. Published 2018 Sep 25. doi: 10.3389/fmicb.2018.02247