Il malassorbimento intestinale nella malattia di Crohn: che esami fare?

Il malassorbimento intestinale nella malattia di Crohn: che esami fare?

10/12/2021 - 10:00

La malattia di Crohn può causare frequentemente un ridotto assorbimento dei nutrienti. Le ragioni sono principalmente due: da un lato le parti di intestino colpite da infiammazione perdono la loro capacità di assorbire le sostanze nutritive, d'altro canto i pazienti sottoposti a resezione intestinale possono sperimentare problemi analoghi legati proprio alla mancanza di sezioni di intestino fondamentali a questo scopo. A seconda della zona colpita si possono verificare deficit più o meno marcati di alcune sostanze, tra le quali:

- acido folico;

- vitamina B12;

- ferro;

- vitamina K;

- vari oligoelementi come calcio e magnesio.

 

In presenza di malassorbimento, il paziente può sperimentare vari sintomi tra cui:

- stanchezza e debolezza;

- mal di testa;

- irritabilità;

- anemizzazione da carenza vitaminica;

- deperimento organico e decadimento delle condizioni generali, nei casi più gravi.

 

Quali esami fare per diagnosticare un malassorbimento

Per questi motivi occorre mantenere monitorati, tramite esami del sangue, questi e altri valori così da intervenire subito con cambiamenti nella dieta e l'impiego di integratori alimentari secondo le indicazioni del medico. Tipicamente i test che il medico può prescrivere comprendono l'emocromo, il dosaggio della proteina C reattiva (Pcr) e dei nutrienti sopra citati. Importante anche il dosaggio della vitamina D, spesso carente alle nostre latitudini in quanto principalmente prodotta dall'organismo a contatto con le radiazioni solari. Sempre più evidenze stanno mostrando come una sua integrazione abbia un effetto anche sul recupero della forza muscolare e contro la stanchezza legata al malassorbimento.

 

Il ruolo del ferro

Estremamente importante è anche il dosaggio del ferro, una cui carenza - molto frequente nei pazienti con malattia di Crohn - può provocare stanchezza e debolezza muscolare. In gravi casi si può giungere persino a un'anemia sideropenica, con compromissione nel trasporto di ossigeno attraverso il sangue. Spesso un cambiamento dietetico non è sufficiente e sono quindi necessari integratori da assumere per bocca o terapie marziali (cioè a base di ferro) da somministrare con flebo.

 

La diarrea da sali biliari

Ricordiamo infine che nei pazienti con malattia di Crohn sottoposti a resezione ileocecale, ovvero l'intervento chirurgico più frequente in questi soggetti, si può presentare anche un malassorbimento dei sali biliari. In questi casi infatti il chirurgo asporta l'ultimo tratto di intestino tenue, il più colpito in questa malattia, deputato al riassorbimento della bile: questa è immessa nel tubo digerente a livello del duodeno e svolge la funzione di agevolare l'assorbimento dei grassi. Terminato il suo compito, è normalmente assorbita dall'ultimo tratto ileale. Quando ciò non avviene a causa della rimozione di questa sezione, la bile entra nel colon che, non essendo in grado di assorbirla, reagisce producendo diarrea acida. Specifiche terapie farmacologiche consentono però di evitare questo fenomeno, che generalmente tende a scomparire da solo entro un anno dall'intervento chirurgico.

 

 

 

Fonti

Allocca M et al, "Iron deficiency: the hidden miscreant in inflammatory bowel disease", Curr Drug Targets. 2014;15(11):1011-9.

Anemia da carenza di ferro o anemia sideropenica, Humanitas Research Hospital, https://www.humanitas.it/malattie/anemia-da-carenza-di-ferro-o-anemia-si...

Barkun AN et al, "Bile acid malabsorption in chronic diarrhea: pathophysiology and treatment". Can J Gastroenterol. 2013 Nov;27(11):653-9. doi: 10.1155/2013/485631. PMID: 24199211; PMCID: PMC3816948.

Bonovas S et al, "Intravenous Versus Oral Iron for the Treatment of Anemia in Inflammatory Bowel Disease. A Systematic Review and Meta-Analysis of Randomized Controlled Trials", Medicine (Baltimore). 2016 Jan; 95(2): e2308.

Danese S. "Malattia di Crohn, quando ricorrere ai supplementi di vitamine e minerali?", Humanitas Salute, https://www.humanitasalute.it/prima-pagina-ed-eventi/69502-malattia-croh...

La diarrea nelle Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali, Amici Onlus, https://amiciitalia.eu/categorie/i-medici-si-spiegano/la-diarrea-nelle-m...

Malassorbimento Intestinale, che cos'è?, Micro Onlus, https://www.microibd.it/ibd-mici/208-malassorbimento-intestinale-che-cos...

"MICI - Malattie infiammatorie croniche dell'intestino", ISSalute, Istituto Superiore di Sanità, https://www.issalute.it/index.php/la-salute-dalla-a-alla-z-menu/m/mici-m...

Owczarek D et al, "Diet and nutritional factors in inflammatory bowel diseases". World J Gastroenterol. 2016 Jan 21;22(3):895-905. doi: 10.3748/wjg.v22.i3.895. PMID: 26811635; PMCID: PMC4716043.

Pan Y et al, "Associations between Folate and Vitamin B12 Levels and Inflammatory Bowel Disease: A Meta-Analysis". Nutrients. 2017 Apr 13;9(4):382. doi: 10.3390/nu9040382. PMID: 28406440; PMCID: PMC5409721.

Published online 2016 Jan 15. doi: 10.1097/MD.0000000000002308

Raftery T et al, "Vitamin D supplementation improves muscle strength, fatigue, and quality of life in patients with Crohn's disease in remission: results of a randomized double-blind placebo-controlled study" Digestive Disease Week 2013; abstract Sa1198.

Terapia per il Malassorbimento Intestinale, Micro Onlus, https://www.microibd.it/ibd-mici/210-terapia-malassorbimento-intestinale...

Wright EK et al, "Effect of intestinal resection on quality of life in Crohn's disease", J Crohns Colitis. 2015 Jun;9(6):452-62. doi: 10.1093/ecco-jcc/jjv058. Epub 2015 Apr 8.