Vivere la Malattia

La Storia di Cinzia

Come potevo immaginare che ci sarebbe arrivata addosso una roba simile? Sì, avevo già sentito parlare di malattia di Crohn o di colite ulcerosa – anche se, lo ammetto, non sapevo bene di cosa si trattasse davvero. Ma ogni volta il riferimento era a persone adulte, anche se a volte giovani. Io qui invece mi ritrovo a raccontare la storia mia e di mia figlia, perché è lei purtroppo a soffrire di una malattia cronica intestinale.

Italian

La Storia di Eliana

Il prossimo luglio sarà passato un anno. Niente da festeggiare: la scorsa estate, infatti, mi veniva diagnosticata una severa pancolite ulcerosa: si chiama così la colite ulcerosa quando interessa tutto l'intestino crasso. Eppure oggi, dopo essere arrivata finalmente a una diagnosi dopo un lungo percorso tra medici e ospedali, sto abbastanza bene. Al punto che, almeno fino ad ora, la malattia non ha avuto un grosso impatto sulla mia vita: studio all'università, gioco a pallavolo in serie D, esco con i miei amici.

Italian

La Storia di Patrizia

Ufficialmente soffro di malattia di Crohn dal 2017. Malgrado questo, però, mi ritengo fortunata, soprattutto se mi guardo intorno o se ripenso a tutte le persone che ho incontrato negli anni e che purtroppo ho visto morire. Non di Crohn, ma di altre malattie incurabili. Così, anche se oggi questa scomoda compagna è solo uno dei miei problemi – ho anche altre patologie, alcune anche gravi – non mi lamento. A volte è dura, non lo nego. Ma vado avanti, perché so di potermi curare e soprattutto so di non essere sola. E questo aiuta moltissimo. 

Italian

La Storia di Adele

Ho scoperto la mia colite ulcerosa a 17 anni, ma si prendeva pezzetti di me già da oltre un anno, anche se a lungo avevo cercato di non farci caso. I sintomi non sono arrivati tutti insieme, ma si sono presentati via via nel tempo sempre più forti, sempre più difficili da ignorare.

Italian

La Storia di Stefano

Convivo da anni con la colite ulcerosa. Facevo il primo anno di università quando mi sono accorto che qualcosa non andava: sangue nelle feci. Non avevo idea di cosa si potesse trattare, so solo che ero spaventato e non sapevo bene cosa fare. Poi è arrivata la diagnosi, d’altra parte i miei sintomi e i risultati di una dolorosa colonscopia parlavano chiaro: avevo la colite ulcerosa. 

Italian

La Storia di Alberta

Ero giovane e non avevo proprio idea di quello che mi stesse succedendo. Ci sono voluti un bel po’ di tempo e di chilometri percorsi per dare un nome al mio malessere. Quel mix di dolori addominali, febbre, diarrea - che oggi so bene essere i sintomi distintivi della malattia di Crohn - è stato a lungo qualcosa di inspiegabile. E non lo era solo per me. Quando ho cominciato a stare male, ho iniziato a rivolgermi a diversi specialisti intorno a me, in Calabria.

Italian

La Storia di Mara

La mia storia come paziente con malattia di Crohn è forse un po' anomala rispetto a quella di tante persone. Non ho saputo infatti di essere malata fino a quando sono finita in sala operatoria, ma per tutt'altro, o almeno così sembrava. Nel 2004, quando di Crohn non si parlava certo quanto oggi, un sabato mattina all'improvviso ho avuto febbre alta, dolore alla parte destra dell'addome, e sono stata operata d'urgenza per appendicite.

Italian

La Storia di Mario

Sono un paziente quasi nuovo con malattia di Crohn: la mia diagnosi ha più o meno l'età della pandemia da Covid-19. Ho ricevuto infatti la diagnosi neanche un paio di anni fa, nel maggio 2020, appena finito il lockdown. In alcuni momenti credevo che quei sintomi fossero legati anche alla situazione assurda che stavamo vivendo allora. Mi sentivo infatti ansioso, stressato, preoccupato.

Italian

La Storia di Claudia

Vivo con una malattia cronica intestinale da cinque anni. Pochi ma intensi. Fino ad ottobre del 2016 mi consideravo una persona sana, non avevo mai avuto avvisaglie di quello che di lì a poco mi avrebbe stravolto la vita.

Italian